PROGETTI

Progetti

"Tu lo sai bene che noi dobbiamo dare loro [gli studenti] il pane di vita: la consapevolezza cioè che loro sono padroni del loro destino, amministratori del loro futuro, liberi nelle loro scelte, responsabili delle loro decisioni, forti di quella dignita' che e' propria dell’uomo in quanto uomo, chiamati per vocazione umana alla fratellanza universale, ad aprirsi, a spalancarsi sul mondo e al mondo; tu lo sai bene che noi dobbiamo lottare con tutte le nostre forze, spenderci fino in fondo per far vibrare e palpitare e vivere costantemente e fortemente in loro l’urgenza dell’onesta', della sincerita', della chiarezza con se stessi, perche' e' di qui che dipende tutto." Annalena Tonelli

PROGETTI

Il Centro Tonelli partecipa da anni a progetti di rete territoriali e regionali.

PROGETTO REGIONALE: "AGGIUNGI UN ORTO A TAVOLA"

Il Centro Annalena Tonelli, con la proposta dell’"orto-giardino" insieme ai propri partners (Scuola Fantini, Parrocchia del Farneto, Comune di San Lazzaro di Savena, Coop Agriverde, Gruppo scout San Lazzaro La Mura 2, associazione sportiva Taekwondo Lupi, società sportiva Centro Movimento Solaris, Open Group soc. coop.), ha partecipato al bando regionale 2015-16, arrivando al secondo posto con il progetto "Aggiungi un orto a tavola". I partners regionali sono stati ANCeSCAO Emilia-Romagna (capofila), Acli, Anteas, Auser, Csi e Forum Terzo Settore.

Questo progetto si è posto l'obiettivo di non replicare esperienze già in essere (orti gestiti solo dagli anziani), ma di costruire e realizzare esperienze nuove, partendo dalle realtà che vedono forti presenze di nuovi cittadini, giovani coppie, nuclei familiari in difficoltà. Sono state così realizzate diverse esperienze in 5 province della nostra Regione, che hanno avuto come filo conduttore l'orto gestito non solo da persone anziane, ma inteso quale luogo di socializzazione nel senso più ampio del termine.

Le realizzazioni vanno dall'inaugurazione dell'orto giardino al Centro Annalena Tonelli, agli interventi di Gattatico (RE) dove, grazie all’orto, vecchie e nuove fragilità sociali riescono a confrontarsi e condividere un fare collettivo, alle esperienze nelle e con le scuole di Rimini e Modena, all'orto terapeutico inteso come aiuto a quelle persone che sono colpite da malattie neoplastiche insieme agli interventi di Ravenna e San Lazzaro di Savena (BO)rivolti alle seconde generazioni (figli di migranti) che sempre di più sono presenti sui nostri territori. Queste esperienze hanno permesso di costruire interventi innovativi inseriti in una rete fortemente propositiva sul territorio.

L'ORTO GIARDINO ANNALENA

L'Orto Giardino Annalena è un'area verde di circa tremila metri quadri accanto al Centro Tonelli.
Il progetto è stato reso possibile da un importante finanziamento della Regione Emilia-Romagna, ma per renderlo concreto hanno contributo in tanti: Auser, Acli, Anteas, CSI, Forum Terzo Settore regionale, gli atleti delle società sportive che animano il centro, gli agronomi della Cooperativa Sociale Agriverde.. un coinvolgimento davvero trasversale e intergenerazionale che ha reso possibile la trasformazione di un prato in una splendida zona attrezzata divisa in tre aree: i giochi per i bimbi, una zona "relax" con barbecue, tavoli e panche (anche a misura di bimbo) e l’orto, uno spazio per i bambini della scuola Fantini ma aperto alla cura di chiunque vorrà occuparsene.

Per la prima volta in questa periferia, il verde e l'ambiente, diventano strumenti di socializzazione.

L'Orto Giardino Annalena infatti, è uno spazio "naturale" non solo didattico ma di svago per i bambini ed i giovanissimi, perchè riscoprano una diversa relazione con la natura ed imparino il piacere di viverla e di rispettarla, ed è anche un’area attrezzata per gli adulti, le famiglie, gli anziani, che permette di soddisfare un’esigenza di riposo e di trascorrere alcune ore di serenità, favorendo momenti di socializzazione.

PROGETTO REGIONALE MOLTIPLICHIAMO LE "O": ORIENTAMENTO, ORGANIZZAZIONE, OCCUPABILITA' E ORTICULTURA, PUNTI CARDINALI PER CONDIVISIONE E SOLIDARIETA'.

Il Centro Annalena Tonelli con con i propri partners (associazione Progetto Spazio Amicizia, Scuola Fantini, Parrocchia del Farneto, Comune di San Lazzaro di Savena, Coop Agriverde, Gruppo scout San Lazzaro La Mura 2, associazione sportiva Taekwondo Lupi, Alfabeti colorati) ha partecipato al bando regionale del 2016-17 posizionandosi al primo posto, con il progetto "Moltiplichiamo le "O". Tale progetto è stato ideato da ANCeSCAO Emilia-Romagna (capofila) insieme ad Acli, Anteas, Auser, Associazione senza il banco e Forum Terzo Settore Emilia-Romagna.

Il progetto si propone di sostenere l’inclusione sociale di soggetti a forte rischio di emarginazione.

Le azioni intraprese dagli altri partners regionali sono state:
- Realizzazione in Provincia di Ravenna di un "emporio no spreco" per fornire alle famiglie più bisognose beni di prima necessità, recuperando le eccedenze alimentari;
- ampliamento della raccolta di alimenti provenienti dagli orti, da distribuire alle famiglie in difficoltà economica, in cambio di ore di lavoro socialmente utile;
- realizzazione, all’interno degli orti sociali, di momenti di aggregazione, attraverso l’utilizzo delle eccedenze orticole;
- predisposizione, all’interno degli orti già esistenti, di aree dedicate a momenti di formazione, educazione, condivisione e inclusione dei soggetti “fragili”;
- attivazione di iniziative pubbliche volte alla diffusione e alla conoscenza in campo alimentare per un’alimentazione sana e sicura, insieme ad un’educazione al riutilizzo degli alimenti e a un loro corretto consumo (ovvero non spreco);
- realizzazione, per le donne straniere, di laboratori di cucito;
- realizzazione di doposcuola;
- promozione dell’attività fisica e del gioco di squadra per le parti più deboli della società (ragazzi con problemi familiari o individuali, profughi del territorio), quale strumento di aggregazione;
- creazione di percorsi di cittadinanza attiva di carattere intergenerazionale e interculturale per favorire l’integrazione di persone “svantaggiate” (i.e. persone vulnerabili, persone con handicap, migranti e loro famiglie).

Il Centro Tonelli ha puntato soprattutto sui ragazzi:
- con le attività per i bambini nell’Orto-giardino si pone come obiettivo quello di condividere esperienze di conoscenza della natura attraverso una pratica concreta di orticultura;
- con il laboratorio compiti si propone di contrastare la dispersione e l’abbandono scolastico. Vengono supportati alunni provenienti in maggioranza da fasce deboli della popolazione, per contribuire alla piena realizzazione del diritto allo studio inteso non solo come accesso alla formazione, ma come possibilità di colmare lacune conoscitive dovute a gap sociali o personali in un rapporto individualizzato. Questo laboratorio è stato reso possibile anche grazie all’azione di volontariato di alcune ragazze del Centro Gruber.
- con le serate di Disco Party ha puntato sull’aspetto educativo per ragazzi disabili, poiché possano trovare un ambiente dove si sentono tutti alla pari con la possibilità di “coltivare” non solo terreno ma creare relazioni.
- con le attività laboratoriali e ludiche del Sabato da Leoni ci si è rivolti come comunità accogliente, preparata e consapevole alle giovani generazioni (soprattutto figli di migranti nati nel nostro paese) per trasmettere loro il senso di appartenenza.
- i laboratori di cucina per le signore del corso di Italiano sono diventati sia occasione di socializzazione e apprendimento della lingua, che di utilità all’economia familiare.
- le proposte di attività ludico motorie sono tese a ridurre l’abbandono scolastico e l’eventuale devianza.
- i giovedì dell’orto hanno coinvolto ragazzi stranieri nella realizzazione di una striscia di orto sinergico e in attività ludiche socializzanti. Alcune ragazze del Centro Gruber sono invece state coinvolte in piccoli lavori di manutenzione.

Progetti per le scuole

Il Centro Tonelli ha presentato alcuni progetti per la scuola primaria e secondaria di 1° grado nell’ambito del POT (Piano dell’offerta formativa territoriale) per l’anno scolastico 2018-2019.

Sono stati approvati i seguenti progetti:

> LA COMUNICAZIONE TRA PASSATO E PRESENTE

(Scuola Primaria)

> COLTIVIAMO UN ORTO SINERGICO

(Scuola Primaria)

> LUOGHI, EDIFICI E MONUMENTI DELLA NOSTRA CITTA'

(Scuola Primaria e Media)

> FLEXMOBILITY

(Scuola Media)

 

...